22 febbraio 2018

Tra riforma statuto e riorganizzazione della didattica: 2017, un anno importante per il Campus di Rimini e l'Università di Bologna

di Leonardo Cagnoli, Presidente Uni.Rimini Spa

Il 2017 è stato un anno importante per l’Università di Bologna, l’Università multicampus di cui il Campus di Rimini fa parte. Nel 2017 si è concluso il percorso riguardante la riforma dello statuto la cui nuova versione è stata emanata il 28/07/2017. Sempre nel 2017 l’Ateneo ha portato avanti la riorganizzazione della didattica allo scopo di rendere gli insegnamenti universitari sempre più coerenti con le caratteristiche identitarie dei territori sui cui essi insistono, anche creando nuovi corsi di laurea ove ciò fosse opportuno, di favorire l’istituzione di corsi di laurea internazionali (in lingua inglese), di accorpare in unica sede i corsi sostanzialmente identici e presenti in più sedi dell’Ateneo. Uni.Rimini ha condiviso queste linee di azione con l’Ateneo, con il Campus di Rimini e con l’insieme delle istituzioni e del sistema socio-economico territoriale.  

In particolare ciò ha comportato che a partire dall’anno accademico 2017/2018 sia stato attivato presso il Campus di Rimini un nuovo corso di laurea magistrale internazionale “Wellness Culture: Sport, Health and Tourism”, nell’ambito dell’area di scienze motorie. Questo nuovo corso ben si inquadra nelle vocazioni del nostro territorio che ha nel benessere, nello sviluppo di attività volte a migliorare la qualità della vita e nel turismo elementi caratterizzanti. Questo corso inoltre risponde alla opportunità di sviluppare insegnamenti in lingua inglese. Nell’anno accademico 2017/2018 dunque, i corsi di laurea nell’ambito dell’area di scienze motorie sono diventati tre (un corso triennale parzialmente ridisegnato e due corsi magistrali di cui uno in lingua inglese) rispetto ai due dell’anno accademico precedente (un triennale e un magistrale). Nella stessa direzione e con motivazioni analoghe è stata confermata la volontà dell’Ateneo di attivare nell’anno accademico 2018/2019 un ulteriore nuovo corso di laurea internazionale “Advanced Cosmetic Science”. 

L’internazionalizzazione, che rappresenta un punto di eccellenza del Campus di Rimini, vede nell’anno accademico 2016-2017 una percentuale molto alta di studenti stranieri che hanno raggiunto l’11% di tutti gli iscritti, ottima performance anche in campo nazionale. Il 2017 ha visto un costante lavoro di sostegno all’Università da parte di Uni.Rimini per porre le basi allo sviluppo di quei processi di innovazione di cui oggi non si può fare a meno.

Sempre nel 2017 la attività di supporto all’Università e alla sua sempre più proficua messa in rete con le attività del territorio si è concretizzata con la firma del Protocollo di Intesa per l’attivazione di una collaborazione tecnico-scientifica su temi dell’innovazione in campi di grande interesse per il nostro territorio tra Università, Uni.Rimini, Camera di Commercio, Confindustria Romagna, Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e Piano Strategico del Comune di Rimini e con l’attribuzione dell’incarico ai docenti del Campus di responsabili delle attività di formazione all’interno dell’Associazione Nuove idee Nuove Imprese. 

Nell’ambito di questa collaborazione si è tenuta il 4 dicembre 2017 la prima “Fashion Marathon - L’innovazione nella moda raccontata dalle eccellenze del settore fashion” nella quale imprenditori, stilisti, manager, docenti e rappresentanti delle Associazioni del sistema Moda si sono incontrati per scoprire e mettere a confronto trend e pratiche innovative del settore Fashion.

Il 2018 vedrà Uni.Rimini Spa sempre più impegnata nel supporto delle attività del Campus in particolare aumentando il sostegno all’Ateneo di Bologna nell’attuazione della sua terza missione. Essa, a fianco della formazione e della ricerca, è quella deputata a favorire l’espansione e la valorizzazione del sapere universitario per contribuire allo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio. In questa ottica si svilupperà anche l’attività di gestione da parte di Uni.Rimini del Tecnopolo presente nella nostra città.

21 febbraio 2018

Bilancio sociale e strategia di sviluppo Multicampus: l'Alma Mater in dialogo con gli stakeholder e inaugurazione delle nuove aule del Campus di Rimini

L’evento si è tenuto a Rimini il 6 febbraio 2018 alla presenza del Magnifico Rettore dell’Università di Bologna Prof. Francesco Ubertini che dopo i saluti istituzionali del Presidente della Regione Emilia Romagna Dott. Stefano Bonaccini e del Sindaco di Rimini Dott. Andrea Gnassi ha sottolineato l’importanza per un Ateneo Multicampus come l’Università di Bologna di un costante confronto con gli interlocutori sociali, partner attivi nelle sue diverse sedi che compartecipano alla definizione della sua strategia di sviluppo. È stato quindi presentato il Bilancio Sociale, sono stati divulgati i dati relativi alle attività, alle risorse, ai risultati conseguiti dall’Ateneo, ed infine si è tenuta una round-table che ha dato voce diretta ai suoi stakeholder per riflettere sugli scenari di cambiamento e sulle opportunità di sviluppo.

È stato dapprima illustrato il percorso che dal 2012 l’Ateneo porta avanti attraverso la definizione del Bilancio Sociale, evidenziando l’evoluzione di una rendicontazione sempre più attenta ai temi della sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

La strategia di sviluppo Multicampus esprime la ricerca continua di consolidamento della propria rete di rapporti, in tutte le sue sedi, allo scopo di mettere in luce le proprie potenzialità e le azioni concrete che la società di oggi, in forte evoluzione, richiedono. La round-table ha avuto lo scopo di dare voce ai soggetti che agiscono sul territorio negli ambiti del sistema sanitario, imprenditoriale e dell’investimento culturale, e che insieme all’Ateneo cercano azioni congiunte per affrontare le sfide della società. 

Al termine dell’incontro sono state inaugurate le nuove aule del Complesso Alberti presso il Campus di Rimini dell’Università di Bologna, alla presenza del Vescovo di Rimini Mons. Francesco Lambiasi, del Rettore dell’Università di Bologna Prof. Francesco Ubertini, del Sindaco di Rimini Dott. Andrea Gnassi, del Presidente del Campus di Rimini Prof. Sergio Brasini e di rappresentanti delle Istituzioni ed ospiti illustri.


"La presentazione del Bilancio Sociale dell’Ateneo in ottica Multicampus - sottolinea Sergio Brasini, Presidente del Campus di Rimini - ha costituito l’occasione per mettere in luce anche il percorso di “caratterizzazione identitaria” in atto nelle diverse sedi dell’Alma Mater. In questo contesto le attività didattiche, scientifiche e di terza missione vanno sempre più integrandosi con le vocazioni produttive e le specificità dei territori. Per quanto riguarda in particolare Rimini, le direttrici attorno alle quali si va consolidando l’insediamento universitario sono quelle del benessere e della qualità della vita, della moda, del turismo, della sostenibilità economico-ambientale e dei servizi destinati alle famiglie, alle imprese e alle istituzioni. L’inaugurazione delle nuove aule del Complesso Alberti costituisce il punto d’arrivo di un percorso avviato quasi venti anni fa, portato a conclusione con tenacia e determinazione grazie alla proficua interazione tra Ateneo, Campus, Comune ed Ente di sostegno, al fine di mettere a disposizione della popolazione studentesca infrastrutture didattiche e servizi di qualità."

Fonte: https://site.unibo.it/almaengage/it/agenda/bilancio-sociale




20 febbraio 2018

Fashion Marathon... Innovation in Progress

Si è svolto a Rimini il 4 dicembre 2017, a Innovation Square, il primo evento ideato in attuazione del Protocollo d’intesa sull’innovazione recentemente sottoscritto da Università degli Studi di Bologna, Uni.Rimini, Piano Strategico di Rimini, Camera di Commercio Forlì-Cesena-Rimini, Confindustria Romagna e Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. Attraverso il Protocollo, tali enti intendono promuovere progetti, azioni ed iniziative condivise e integrate in materia di innovazione turistica e d’impresa, sviluppo urbano, benessere e qualità della vita, sostenibilità ambientale, sociale ed economica di Rimini e del suo territorio. 

Il tema scelto per questo primo evento è stato l’Innovazione, analizzata con un focus specifico al settore Moda, un settore che a livello di territorio riminese, regionale e nazionale, è rappresentato dal punto di vista imprenditoriale da Aziende di grandi, medie e piccole dimensioni che, con le loro storie hanno saputo rappresentare il Made in Italy a livello nazionale ed internazionale. Un territorio che ha saputo altresì diventare un  importante centro di formazione universitaria internazionale con i Corsi di Laurea in moda del Campus di Rimini dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, con una proposta di Corso di Laurea Triennale "Culture e tecniche della Moda" e con una laurea magistrale in lingua inglese “Fashion Culture and Management”, molto attrattiva e di forte spinta all’internazionalizzazione.L’Innovazione è un fattore importante per la crescita dell’intero sistema sociale, economico e produttivo e diventa fattore di sviluppo e maggiore competitività non solo per il sistema aziende ma anche nelle proposte formative e nella ricerca di nuovi strumenti di comunicazione e socializzazione. 

"L’innovazione appartiene per definizione al settore Moda, da sempre capace di coniugare i valori della tradizione, del bello e del ben fatto e dell’artigianalità, allo sviluppo di sistemi innovativi di creazione e produzione di materiali e prodotti, di lancio di nuovi stile e tendenze anche traslati  dai mutamenti sociali in corso, e dal bisogno di comunicare in modo innovativo e social i contenuti moda", sottolinea Barbara Bonfiglioli, Vicepresidente di Uni.Rimini e conduttrice e moderatrice di questo evento, che si dichiara molto soddisfatta della Fashion Marathon, che "ha rappresentato un importante appuntamento nel quale imprenditori, stilisti, manager, docenti e rappresentanti delle Associazioni Nazionali del sistema Moda hanno messo a confronto le eccellenze dell’Emilia Romagna, raccontando esperienze di innovazione nel e per il sistema Moda". 

Innovazione nel Design, nei materiali, nei prodotti e nei processi, assieme alle sfide dell’internazionalizzazione, della ricerca e della formazione, del distribution network, della comunicazione e dello shopping digitale. Questi sono stati i focus dei talk della prima edizione dell’Innovation Marathon.Oltre ai sottoscrittori del Protocollo, collaborano hanno collaborato  la Regione Emilia Romagna, Aster – Innovazione Attiva, CNA Federmoda e Confartigianato Imprese Rimini.

La maratona si è sviluppata su quattro principali aree tematiche:
  • Innovazione nel Design di Prodotto,materiali e processi produttivi
  • Innovazione nella distribuzione e nell'Internazionalizzazione
  • Innovazione nella Comunicazione e Social
  • Innovazione nella Formazione per la Moda

Percorsi ed Esperienze, raccontate e rappresentate da imprenditori, professionisti, docenti e rappresentanti della maggiori Associazioni Nazionali imprenditoriali del Fashion System, in un succedersi dinamico di interventi e testimonianze video,  con contributi e anticipazioni su tendenze di mercato, nuovi stili e trends,  racconti di esperienze di innovazione riguardanti le aree tematiche proposte. Innovazione nello stile, nella creatività e nella ricerca di materiali e percorsi produttivi, nella gestione delle strategie di comunicazione e nei percorsi formativi, raccontate da chi ha raccolto la sfida all'innovazione.

19 febbraio 2018

L'ecosistema dell'innovazione e i suoi protagonisti. I territori si raccontano

La Regione Emilia-Romagna e la Provincia di Rimini promuovono presso la Sala Marvelli della Provincia di Rimini l’incontro di martedì 27 febbraio 2018 alle ore 10.00 dal titolo L'ecosistema dell'innovazione e i suoi protagonisti. I territori si raccontano. Roadshow 2017/2018.

L’incontro, che si propone di illustrare e approfondire insieme la rete regionale degli strumenti operativi per rafforzare e sostenere processi di ricerca e innovazione soprattutto a beneficio delle piccole e medie imprese, è rivolto a sindaci, associazioni datoriali e sindacali, camera di commercio, agenzie di promozione territoriale, istituti bancari: tutti gli interlocutori privilegiati per i cittadini e gli imprenditori, il punto di riferimento per orientare e incentivare percorsi di sviluppo, di investimento e di innovazione a favore dei territori, dei livelli occupazionali e della coesione sociale. 

L'incontro intende far conoscere l’insieme dei luoghi e degli strumenti già presenti e funzionanti nel nostro territorio, evidenziarne le potenzialità e i punti di accesso e soprattutto favorirne l'utilizzo da parte di cittadini e imprese, anche grazie alla vostra funzione di intermediazione locale. Perché possano essere liberati e messi a valore i potenziali di innovazione che abbiamo, occorre dare la massima diffusione di questo patrimonio, facilitarne la conoscenza e permetterne un utilizzo intensivo: laboratori di ricerca industriale, fablab e maker space, incubatori per start up e spin off innovativi, spazi di coworking e tecnopoli associati al catalogo degli esperti a disposizione per innovazioni di processo o di prodotto nei principali sistemi produttivi regionali (agroalimentare, meccatronica e motoristica, edilizia e costruzioni, salute e benessere, cultura e creatività, servizi, ecc), cata logo del le attrezzature per test, analisi e prototipazione, servizi di assistenza nell’acquisizione di finanziamenti e servizi di supporto per lo sviluppo di idee imprenditoriali: sono alcuni degli strumenti che saranno illustrati nel corso dell’incontro. Il programma della mattinata prevede anche una visita al Tecnopolo di Rimini.