13 dicembre 2017

Uni.Rimini: i vincitori del Premio Cultura d'Impresa 2017

84 aziende e 88 laureati: è questo il bilancio dei primi dieci anni di vita del Premio Cultura d'Impresa, iniziativa nata nel 2008 e promossa da Uni.Rimini Spa in collaborazione con il Campus di Rimini-Università di Bologna, con l'obiettivo di valorizzare il rapporto proficuo instauratosi tra Università e Imprese del territorio, con particolare riferimento ai temi della didattica e soprattutto dell'esperienza diretta degli studenti presso le imprese attraverso i tirocini formativi.


x
La cerimonia si è tenuta mercoledì 13 dicembre 2017 nell'Aula Magna del Campus di Rimini. 

Prima della premiazione delle 9 imprese e dei 10 laureati del Campus, sono intervenuti all’evento, oltre a Leonardo Cagnoli, Presidente Uni.Rimini S.p.A. e Sergio Brasini, Presidente del Consiglio di Campus di Rimini, anche Rosa Grimaldi, Delegata all'Imprenditorialità-Università di Bologna, Andrea Gnassi, Sindaco del Comune di Rimini e Paolo Maggioli, Presidente Confindustria Romagna, a riflettere sul tema “Università e Innovazione Tecnologica per le imprese”.

Nell'occasione, il Direttore di Uni.Rimini Lorenzo Succi, ha consegnato assieme ai Coordinatori dei Corsi di Laurea attivi presso la sede universitaria riminese, i premi a 9 aziende che si sono distinte per progetti di tirocini formativi, e a 10 neo-laureati particolarmente meritevoli per il proprio lavoro di tesi.

Il Presidente di Uni.Rimini Leonardo Cagnoli ha infine consegnato a Lucia Cavalli, diplomata all'Istituto Tecnico Economico 'Valturio' con 100/100 ed attualmente iscritta a Rimini al I° anno di corso di Laurea in Economia dell’Impresa, il premio di studio in memoria di Luciano Chicchi, giunto alla sua quarta edizione.


I premiati della X Edizione Premio Cultura d'Impresa 2017

Le aziende:

SCM
Gruppo Maggioli
SGR Gruppo Società Gas Rimini
Federfarma Rimini
Technogym
HERAmbiente
Sergio Rossi
Associazione Rompi il silenzio
AUSL Romagna

I neo-laureati, tutti con 110 e lode:

Per il corso di Laurea Magistrale in Amministrazione e gestione d’Impresa premiata Martina Siliquini.
Per il corso di Laurea Magistrale in Resource Economics and Sustainible Development premiato Fattahi Amirhossein.
Per il corso di Laurea Magistrale in Scienze Statistiche Finanziarie e Attuariali premiata Marica Castaldo.
Per il corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Farmacia premiata Giulia Casadei.
Per il corso di Laurea Magistrale in Management delle Attività Motorie e Sportive premiata Maria Grazia Vivenzio.
Per il corso di Laurea in Chimica e Tecnologie per l’Ambiente e per i Materiali premiato Lorenzo Bisacchi.
Per il corso di Laurea Magistrale in Fashion Culture and Management premiato Nicola Brajato.
Per il corso di Laurea Magistrale in Progettazione e Gestione dell'intervento educativo nel disagio sociale premiata Serena Bruni.
Per il corso di Laurea in Infermieristica premiato Guerrino Fabbri.
Per il corso di laurea in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia premiato Alex Mariotti.

La sintesi degli interventi

08 novembre 2017

Ha preso il via il Corso di preparazione all’esame di Stato per dottori commercialisti

Ha preso il via il 7 novembre 2017 l'undicesima edizione del Corso di Preparazione all'Esame di Stato per l'esercizio della professione di Dottore Commercialista, organizzato da Ordine e Fondazione Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Rimini in partnership con la Scuola di Economia, Management e Statistica del Campus di Rimini e con Uni.Rimini S.p.a.: una collaborazione nata nel 2005 e che ha visto negli anni circa 280 partecipanti alle varie edizioni del corso.

Gli iscritti a questa edizione sono 22 e la durata del corso è annuale; le lezioni si terranno fra novembre 2017 e maggio 2018, con due lezioni pomeridiane a settimana: 176 le ore complessive in aula, per 44 incontri. La giornata conclusiva sarà il 17 maggio 2018. Le lezioni saranno tenute da professionisti iscritti all'albo dei dottori commercialisti e docenti universitari del Campus di Rimini-Università di Bologna.

"Il corso di preparazione all’esame di stato – dice Giuseppe Savioli, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Rimini – da diversi anni viene organizzato dall’Ordine in stretta collaborazione con la Scuola di Economia Management e Statistica del Campus di Rimini e Uni.Rimini Spa e abbiamo potuto constatare che i giovani lo hanno fortemente apprezzato, in quanto è loro utile per superare l’esame di stato ed accedere così alla nostra professione".

"Anche quest'anno – ricorda Gianfranco Capodaglio, referente scientifico del corso per la preparazione agli esami di Stato – prosegue la partnership tra ODCEC e la Scuola di Economia, Management e Statistica dell'Università di Bologna sede di Rimini, con la collaborazione di Uni.Rimini S.p.A.. Oltre alle consuete lezioni ed ai seminari tematici, che vedranno anche la partecipazione del locale Comando della Guardia di Finanza, sono previsti interventi particolarmente finalizzati alla revisione contabile. La materia, infatti, da quest’anno è divenuta obbligatoria per il sostenimento degli esami di revisore legale, costituiti da una prova aggiuntiva scritta ed una orale. L’esame sarà sostenuto dai candidati che chiederanno l’abilitazione per svolgere l’attività di revisore legale, oltre a quella di dottore commercialista."

13 ottobre 2017

Convegno Uni.Rimini al TTG: Trend, performance e innovazione. La ricerca scientifica per le destinazioni in transizione

L'Oscar per la destinazione turistica italiana; l'attrattività dei 100 musei più importanti del mondo; turismo culturale e Festival del cinema. Udine, Ancona, Trento e Rimini le migliori 4 destinazioni

Si è tenuto venerdì 13 ottobre 2017 in occasione del TTG Italia presso Rimini Fiera il convegno promosso da Uni.Rimini SpA, CAST – Centro di Studi Avanzati sul Turismo e Campus di Rimini dell'Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, dal titolo 'Trend, performance e innovazione: la ricerca scientifica per le destinazioni in transizione'.

Davanti ad una platea gremita, sono intervenuti Andrea Guizzardi, docente dell'Università di Bologna-Campus di Rimini; Renato Medei e Laura Vici, docenti dell'Università di Bologna-Campus di Rimini, e Veronica Bortoluzzi, borsista dell'Università di Bologna-Campus di Rimini, per presentare, rispettivamente, tre ricerche che hanno avuto come focus la destinazione turistica e le modalità per analizzarne i trend, valutarne le performances e promuoverne l’innovazione.

“Ne è scaturita una giornata di studio – commenta Alessia Mariotti, direttrice del CAST – capace di mostrare l'importanza di mettere in campo, in ambito turistico, un'attività di ricerca complessa che coinvolga ricercatori e discipline diverse con approcci diversi, ma che convergono nella costruzione di un sistema di supporto alle decisioni per l’individuazione delle strategie di sviluppo turistico delle destinazioni”. Barbara Bonfiglioli, Vice Presidente Uni.Rimini e Valentina Ridolfi, Coordinatrice del Piano Strategico del Comune di Rimini, nei loro interventi hanno sottolineato come la Ricerca universitaria sia preziosa per poter comprendere e analizzare un settore complesso come quello turistico.

Nel primo intervento, 'L’OSCAR per la destinazione turistica Italiana', curato del prof. Guizzardi grazie ad un assegno di ricerca co-finanziato da Uni.Rimini, sono stati studiati gli elementi che influiscono in maniera efficiente o non efficiente sulla soddisfazione della clientela internazionale. Lo studio ha consentito di costruire un ranking delle destinazioni turistiche, il cosiddetto 'Oscar delle destinazioni'. Udine, Ancona, Trento e Rimini sono ai vertici della classifica: brand image, prezzi e qualità dell’offerta sono in linea con le aspettative dei turisti. Lucca Arezzo e soprattutto Salerno mostrano la dinamica positiva più marcata. Catania e Varese perdono oltre 30 posizioni rispetto al 2015. Udine, è percepita come la numero uno per lo shopping, le strutture alberghiere, e l’informazione. Accoglienza ed ospitalità (dei residenti, degli operatori e dei turisti stessi) sono valutate al massimo livello a Rimini. La Sardegna trionfa per la bellezza dei paesaggi/natura e la sicurezza. Roma, Venezia e Firenze sono (nell’ordine) le preferite per patrimonio artistico-culturale cittadino ed opere d’arte. A Varese e Udine invece va l’OSCAR come destinazione poichè riservano (rispettivamente) le migliori sorprese in termini di prezzi e cibo. Rimini oltre che per la cortesia e le informazioni eccelle per la qualità del cibo e per le valutazioni su prezzi e acquisti.

'Una valutazione di efficienza in termini di attrattività', è la ricerca curata dai professori Renato Medei e Laura Vici, dedicata all'analisi della performance circa l'influenza che ha la presenza di un museo 'superstar' all'interno di una destinazione turistica. Dalla ricerca è emerso che non ci sono strutture specifiche di management che sono legate alla performance museale. Non incide, insomma, la modalità di gestione della struttura museale, ma è prevalentemente il patrimonio culturale in esso contenuto a fare la differenza e ad essere attrattivo.

La dottoressa Veronica Bertozzi, neolaureata in Tourism Econmics and Management, ha invece lavorato ad una 'Analisi imprenditoriale ed economica dei Festival del Cinema: un modello interpretativo del turismo culturale'. La sua ricerca ha analizzato in particolare il Festival del Cinema Ritrovato di Bologna (nel 2017: 101.000 spettatori in 8 giorni e 500 film proiettati), mettendo in evidenza come pur essendo un mercato di nicchia, esso ha avuto rendimenti crescenti, specialmente grazie ai flussi di visitatori stranieri. Nel progetto della dottoressa Bertozzi emerge come sia importante lavorare anche sui contenuti e sulla produzione di cultura: un mercato di nicchia ma pur sempre capace di muovere alcuni milioni di Euro (il festival di Bologna ha portato un indotto di oltre 2 milioni di Euro sulla città).

12 ottobre 2017

Proclamati 10 nuovi dottori 'green' al Campus di Rimini

Scuola di Scienze, Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie per l’Ambiente e per i Materiali: Curriculum Ambiente, Energia, Rifiuti

 La valutazione degli impatti ambientali del biodigestore di Ca' Baldacci, il ruolo delle biomasse nei piani di azione per l'energia sostenibile, il monitoraggio della qualità dell'aria indoor in ambiente universitario. Ma anche l'analisi di metalli in tracce in matrici ambientali e la preparazione di campioni per la determinazione di inquinanti organici semivolatili, come il glifosato. Sono questi alcuni degli argomenti, tutti di stringente attualità, di dieci tesi di laurea discusse giovedì 12 ottobre 2017 da dieci neolaureati del Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie per l’Ambiente e per i Materiali: Curriculum Ambiente, Energia, Rifiuti.

La proclamazione, avvenuta nel tardo pomeriggio dopo i saluti di apertura del prof. Fabrizio Passarini, Responsabile Unità Operativa di sede, e del prof. Riccardo Tarroni, Presidente della Commissione di Laurea, ha visto assegnare, oltre a due lauree magna cum laude, anche tre premi di studio di 1.000 Euro, da parte di Uni.Rimini SpA, per l'Anno Accademico 2016/2017, agli studenti Luca Guagneli, Augusto Ranalli e Gabriele Potente.

I dieci neolaureati sono: 
Rossella Pasquali
Benedetta Pellini
Nicola Poli
Ilaria Silenzi
Gianluca Torta
Sara Ceccaroni
Matteo Sforzini
Nuria Subirà Berini
Riccardo Paolini
Enrico Dall’Olio