26 aprile 2017

Economia del Cambiamento Climatico e della Sostenibilità: al Campus di Rimini 40 ricercatori ed esperti da tutto il mondo

Rimini come “centro del mondo” degli studi sul cambiamento climatico e della sostenibilità ambientale. Per due giorni, venerdì 28 e sabato 29 aprile 2017, il Campus di Rimini dell’Università di Bologna, in collaborazione con il corso di Laurea Magistrale Internazionale in “Resource Economics and Sustainable Development” (RESD), ospiterà infatti il primo Workshop Internazionale “The Economics of Climate Change and Sustainability”. Riflettori puntati sui temi dell’economia del cambiamento climatico e della sostenibilità: in particolare, i lavori del 28 aprile si svolgeranno presso il Museo della Città, Sala del Giudizio, a testimonianza dell’interesse della municipalità di Rimini su un tema di così scottante attualità.

I temi trattati spaziano dalle politiche di adattamento e mitigazione, alla finanza del clima, alla riduzione dei rischi climatici, alle politiche di sostenibilità ambientale. Tra i titoli, segnaliamo: “Build Today, Regret Tomorrow? Infrastructure and Climate Policy” (Costruisci oggi, pentiti domani? Infrastrutture e politiche climatiche); “Can India Prevent Summer Monsoon Extremes?” (Può l'India prevenire gli effetti disastrosi dei monsoni estivi?); “Planned Adaptation to Sea Level Rise” (Pianificazione dell’adattamento all’innalzamento del livello del mare); “Challenges in Climate Policy: Dealing with Conflicting Views on Global Warming” (Le sfide delle politiche climatiche: punti di vista conflittuali sul riscaldamento globale).

Oltre quaranta ricercatori ed esperti provenienti da tutto il mondo presenteranno i loro studi e, tra essi, parteciperanno al dibattito, con relazioni plenarie, eminenti economisti del calibro di Lucas Bretschger (ETH Zurich); Larry Karp (UC Berkeley); Rick van der Ploeg (University of Oxford and Vrije Universiteit Amsterdam); Aart de Zeeuw (Tilburg University); Antony Millner (LSE, London); Thomas Sterner (Gothenburg University); Anastasios Xepapadeas (AUEB, Athens e UNIBO).

L’organizzazione scientifica di questo Workshop si avvale anche del contributo di uno dei massimi esperti, a livello mondiale, dell’economia del cambiamento climatico, il prof. Anastasios Xepapadeas, che dal corrente anno accademico sarà docente permanente al Campus di Rimini dell’Università di Bologna. Il prof. Xepapadeas interverrà su “Spatio-temporal aspects of climate change policies” (Aspetti spazio-temporali delle politiche del cambiamento climatico).

Dice la prof.ssa Elettra Agliardi, Direttrice della Laurea magistrale RESD e co-organizzatrice del convegno: "E' un’occasione unica per l’Università di Bologna: vedere riuniti i più eminenti economisti ambientali a livello mondiale; e non è un caso che la scelta sia ricaduta sul Campus di Rimini: nell’ambito dell’Università di Bologna, quello specializzato negli studi sull’ambiente e caratterizzato da innovatività illuminata".


La Laurea Magistrale in “Resource Economics and Sustainable Development” (RESD), al suo terzo anno di attività, è un corso di studi internazionale in inglese particolarmente innovativo, che affronta i temi della green economy e della sostenibilità ambientale. In RESD vengono trattati i temi di maggiore urgenza nel mondo contemporaneo, e cioè la sfida del cambiamento climatico, il problema delle risorse esauribili, l’impatto economico-finanziario dell’inquinamento ambientale.  

01 aprile 2017

Docenti e tecnici di Università ed Enti armeni e georgiani a lezione di turismo con il CAST

Il Centro di Studi Avanzati sul Turismo (CAST) dell’Università di Bologna, è partner dal 2015 del progetto triennale Erasmus+ KA2 Capacity Building HERITAG (Higher Education interdisciplinary Reform in Tourism management and Applied Geoinformation curricula). Il progetto coinvolge altre tre Università europee (Università Politecnica di Valencia – Spagna, Kungliga Tekniska Hoegskolan – Istituto Reale di Tecnologia dell’Università Statale di Stoccolma, Svezia e l’Università Aristotele di Salonicco, Grecia) e 12 Università ed enti armeni e georgiani.

L’obiettivo del progetto è integrare gli strumenti di Geo-information Technologies (GIT) con il patrimonio culturale al fine di favorire il turismo delle regioni e valorizzare e preservare i beni artistici e culturali, anche attraverso una forte collaborazione tra università, industria ed enti pubblici. Si inserisce qui il CAST, chiamato a formare docenti e tecnici di università ed enti armeni e georgiani per sviluppare le conoscenze nell’ambito del management turistico e dell’economia della cultura. 

Nell'ambito delle attività del progetto, coordinato dalla prof.ssa Laura Vici, 14 professori e tecnici delle 12 Università ed enti armeni e georgiani sono state in visita presso la sede del Campus Rimini dal 20 al 31 marzo 2017 per un corso intensivo sul tema 'Economics for Tourism Development' (Economia dello sviluppo turistico) al fine di apprendere nozioni fondamentali su come sviluppare la promozione del territorio e della cultura nei loro Paesi. I partecipanti al workshop hanno infatti seguito lezioni di economia, management, sviluppo turistico e culturale.

Inoltre, dal 23 al 25 marzo 2017, i rappresentanti dei 16 partner del progetto Erasmus+ KA2 HERITAG hanno visitato il Campus di Rimini per partecipare al terzo Project Management Meeting destinato al coordinamento per favorire la migliore implementazione dell’ultimo anno di progetto. Sfruttando le potenzialità del territorio sul tema delle strategie turistiche e della valorizzazione del patrimonio culturale, oltre alla formazione, il CAST ha programmato degli educational tour al fine di incontrare alcuni degli operatori locali del turismo e della cultura.

Dopo la visita alla Rimini Romana e al Visitor Center ARiminum Caput Viarum con Enzo Finocchiaro, la delegazione ha visitato lo scorso sabato la Repubblica di San Marino accompagnata dal prof. Davide Bagnaresi, in occasione della festa delle Milizie del 25 marzo, ricevendo una calorosa accoglienza da parte del Segretario agli Affari Esteri Nicola Renzi, che ha portato i saluti ai partecipanti, i quali hanno potuto godere anche della visita del Palazzo del Governo.

In questa settimana, la delegazione ha avuto modo di conoscere i piani di sviluppo territoriale grazie all’Agenzia Piano Strategico e alla visita della piazza dell’innovazione Rimini Innovation Square e non è mancata la visita culturale a Ravenna, dove si svolge il master del CAST in Promozione turistica e Gestione dei beni e degli eventi culturali. 

Anche nell’ambito della progettazione europea, il CAST si qualifica non solo come eccellenza nella formazione, ma anche come promotore del turismo culturale di alto livello per il territorio.

23 marzo 2017

Corso di Laurea in Farmacia: proclamate tre nuove laureate 'internazionali'

Le neodottoresse Angelica Benvenuti, Giulia Lambiase e Camilla Scarpellini hanno svolto le tesi presso istituzioni straniere a Londra, Amsterdam e Tubinga

Giovedì 23 marzo 2017 tre studentesse del Corso di laurea di Farmacia di Rimini hanno discusso la tesi svolta presso istituzioni straniere grazie alla possibilità di scambio offerte dal progetto internazionale "Erasmus".

In particolare la neodottoressa Angelica Benvenuti, responsabile dello scambio la Prof.ssa Vincenza Andrisano, ha discusso una tesi relativa alla progettazione e lo studio di nuovi antibiotici verso i Gram negativi, tesi svolta presso il King's College di Londra sotto la supervisione del Prof. J. Mason.

La neodottoressa Giulia Lambiase, responsabile dello scambio la Prof.ssa Vincenza Andrisano, ha discusso invece una tesi relativa all'analisi di eritropoietina ricombinante, sotto la supervisione del Prof. G. Somsen e della Dott.ssa E. D. Vega, dell'Università di Amsterdam.
 
La neodottoressa Camilla Scarpellini, responsabile dello scambio Prof. Vincenzo Tumiatti, ha infine discusso una tesi relativa alla progettazione di nuovi inibitori di chinasi, enzimi coinvolti in alcune malattie neurodegenerative: lavoro svolto sotto la supervisione del Prof. S. Laufer e P. Koch presso l'Università di Tubinga.  

Il progetto Erasmus permette agli studenti di trascorrere dei periodi all'estero in modo da completare la loro preparazione anche sotto il piano della internazionalizzazione. È possibile sfruttare appieno questo tipo di attività grazie alla rete internazionale di collaborazioni costruita dai componenti del Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita (QUVI) del Campus di Rimini - Università di Bologna, che operano stabilmente nella sede riminese operando quotidianamente nei laboratori di ricerca all'avanguardia presenti nel Dipartimento QUVI.

16 marzo 2017

Assistenza medica gratuita per gli studenti fuori sede

Stipulata convenzione tra Uni.Rimini e Ausl della Romagna

Grazie ad Uni.Rimini S.p.A., da oggi gli studenti iscritti all'Università di Bologna presso il Campus di Rimini, ma non residenti nel territorio provinciale, potranno beneficiare del servizio di assistenza medico generica gratuita nell'ambito territoriale di Rimini dell'Azienda USL della Romagna, senza dover rinunciare al medico di medicina generale del proprio luogo di desidenza.

Tutti gli oneri di spesa sostenute dall'Azienda Usl della Romagna saranno infatti a carico di Uni.Rimini S.p.a. che, in questo modo, contribuirà in maniera diretta alla tutela della salute degli studenti iscritti al Campus di Rimini.

Lo studente, mostrando ad uno dei medici convenzionati il badge universitario, la propria carta di identità e una autocertificazione che attesti il suo status di studente iscritto al Campus di Rimini, potrà quindi fruire gratuitamente delle visite in ambulatorio e al proprio domicilio.

"Questa convenzione - sottolinea Leonardo Cagnoli, Presidente Uni.Rimini S.p.A. - è un altro servizio importantissimo che mettiamo a disposizione degli studenti fuori sede del Campus di Rimini, con il desiderio di contribuire a creare le condizioni migliori perché sempre più giovani possano 'sentirsi a casa' anche a Rimini, ricevendo in questo caso tutte le tutele mediche necessarie".